Via P. Pasolini 27 doctor@studiodifino.com 3286261118

Fondazione con il Sud: 2,3 mln di Euro per attività sportive

“Lo sport da’ il meglio di se’ quando ci unisce”. In questa breve citazione di Frank Deford, noto scrittore e commentatore sportivo americano, si cela anche la convinzione da parte della Fondazione CON IL SUD di promuovere il suo primo bando dedicato alla promozione della pratica sportiva “con” tutti. Una scelta che acquista anche un valore simbolico in un periodo in cui proprio la socialita’ e il valore dello stare fisicamente insieme rappresentano dei limiti che purtroppo mettono a dura prova le comunita’ locali e il mondo del Terzo settore, oltre che i singoli cittadini. E’ indispensabile attenersi alle disposizioni del decreto del governo sul covid-19 e al rispetto delle regole necessarie per arginare la diffusione del virus, ma e’ altrettanto necessario e opportuno pensare anche al futuro, si spera sempre piu’ prossimo, di un pieno ritorno alla socialita’.
Attraverso il bando “Sport #dopolapaural’importante e’ partecipare” la Fondazione mette a disposizione 2,3 milioni di euro di risorse private per sostenere interventi da attivare nel 2021 capaci di mettere al centro l’attivita’ sportiva come strumento di inclusione, partecipazione e integrazione tra persone che vivono in uno stesso, circoscritto, territorio (quartiere, rione, borgo, paese) del Sud Italia.L’iniziativa si rivolge agli enti di Terzo settore di Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sardegna e Sicilia. Le partnership di progetto dovranno essere composte da un minimo di tre organizzazioni: almeno due non profit, a cui potranno aggiungersi realta’ del mondo economico, delle istituzioni, dell’universita’, della ricerca. E’ auspicabile, inoltre, il coinvolgimento di organizzazioni sportive. Il Bando promuove una idea di sport inclusivo, aperto a tutti, senza limiti di eta’ o di appartenenza, ma capace di incidere positivamente sulla coesione sociale di una comunita’ territoriale. L’iniziativa prevede due fasi: la prima, finalizzata alla selezione delle proposte con maggiore potenziale impatto sul territorio e la seconda, di progettazione esecutiva, con l’obiettivo di ridefinire eventuali criticita’ rilevate nella fase di valutazione.

“L’emergenza sanitaria ci costringe al minimo delle relazioni sociali, siamo in una fase di grande paura che ha effetti concreti ma e’ necessario seguire le direttive e il buon senso – dice Carlo Borgomeo, presidente della Fondazione CON IL SUD -.
Dobbiamo pensare pero’ anche al dopo, riprogettare la nostra socialita’. La pratica sportiva e aperta a tutti, in spazi sicuri secondo quanto prevedono le direttive, puo’ essere un segnale di speranza e coraggio per le nostre comunita’, per riappropriarsi finalmente della bellezza dello stare insieme. L’attivita’ sportiva e’ incontro, condivisione, e’ sentirsi parte di qualcosa che ci unisce, soprattutto nella possibilita’ di raggiungere insieme un traguardo. E’ un potente strumento per rafforzare il senso di appartenenza, per questo motivo abbiamo previsto interventi circoscritti in piccole comunita’ locali. Lo sport inoltre promuove il rispetto delle regole e in tal senso e’ anche un’occasione per rafforzare le responsabilita’ individuali e collettive”.Le proposte potranno puntare sullo sviluppo di un’offerta sportiva multidisciplinare e inclusiva, la rigenerazione di spazi in un’ottica di condivisione e cura del bene comune, la diffusione di valori educativi e culturali, la promozione del benessere psicofisico attraverso stili di vita sani e attivi, le relazioni basate sulla gratuita’ e sul dono.
Il bando scade il 17 luglio 2020.